Concept

Una racer pensato per le regate a compenso


L’idea alla base di questo progetto è essenzialmente quella di aprire le opportunità di competere a quanti più livelli di regata possibile: inshore e offshore, equipaggio completo e double handed, eventi internazionali ORCi (Classe C), eventi della divisione ORCi Sportboat, campionati IRC e perché no eventi HP30 o in libera.

Versatilità

Le linee dello scafo sono progettate per essere il più asciutte possibile quando lo sbandamento è minimo ma potenti alle inclinazioni più elevate, i bordi liberi bassi e la falchetta smussata aiutano a ridurre la resistenza aerodinamica ma garantiscono comunque abbastanza spazio all’interno per agevolare l’utilizzo durante le regate offshore.

Piano di coperta

Il layout di coperta è semplice ma efficiente sia per l’equipaggio completo ma anche per la navigazione in due. Le rotaia trasversali del fiocco sono progettate per consentire una regolazione di fino non solo durante la navigazione di bolina, ma anche in tutte le altre andature che si possono incontrare durante le regate costiere e offshore.

Piano Velico

Il piano velico non è estremizzato ma è studiato per fornire la giusta quantità di potenza in ogni situazione. I fiocchi di dimensioni generose aiutano in condizioni di aria leggera soprattutto in accelerazione e la J abbastanza lunga permette l’utilizzo di combinazioni a più vele di prua. La barca è dotata di un bompresso retrattile che può essere fissato e stabilizzato con un tirante per le regate d’altura dove il Code0 diventa fondamentale.

Appendici

Il design delle appendici è stato bilanciato tra facilità d’uso e prestazioni assolute. La chiglia ha una configurazione a T inversa con un bulbo lungo e molto affusolato, il timone è di generose dimensioni ed è posizionato molto avanti per massimizzare la manovrabilità in ogni condizione.

Motore

Un motore fuoribordo può essere montato su un supporto basculante situato in un gavone a centro barca. Questa soluzione consente alla barca di navigare senza alcun attrito dovuto al sail drive in modo economico e leggero mantenendo una distribuzione dei pesi ottimale. Inoltre, il sistema è aperto anche a un’installazione completamente elettrica.